Come iniziare (e far funzionare) un progetto di Web Design

Questa mini-guida dedicata al web design, parla del processo appena successivo all’acquisizione di un lavoro.

Capita spesso, soprattutto nel mondo del web (ahimè), che il cliente non abbia ben chiaro che cosa vuole di preciso da te e dal progetto che vuole intraprendere.

Questo deriva solitamente da una mancanza di approfondimento del tema o da una distorsione delle informazioni che ha letto velocemente su qualche blog o da qualche consiglio poco preciso arrivato da chissà dove.

Piccola fermata, chiariamo questo punto.

Non intendo dire che bisogna affrontare il colloquio col cliente sminuendo le sue idee o attengiandosi in maniera supponente.

Al contrario, bisogna dimostrarsi disponibili a spiegare in modo sintetico ed esauriente il proprio lavoro, assegnandogli il giusto valore. Lo so, non è per niente facile spiegare il mondo del web e tutto quello che ci gira attorno con un linguaggio semplice e comprensibile da tutti, ma è un passo fondamentale per cominciare un progetto col piede giusto.

Per quanto riguarda il mio modo di lavorare, preferisco mettere in cima al progetto il rapporto personale, e in secondo piano tutto quello che riguarda il business.

E’ il progetto che deve girare attorno alle persone, e non il contrario.

Sul concetto di “assegnare il giusto valore“ al proprio lavoro, si dovrebbero spendere molte altre parole in merito. Molti dei miei colleghi ne hanno già parlato abbondantemente, e credo che il tutto sia sintetizzabile nei video presentati qualche mese fa dai ragazzi di Zerovideo 🙂

Dopo questa breve premessa, direi che è arrivato il momento di passare al contenuto promesso dal titolo.

L’ispirazione viene da un’infografica di Designmodo. Non hai mai visitato il loro sito ? E’ uno dei miei preferiti ! Qui il link.

Suddividerò questa mini guida in 5 paragrafi facili da leggere e comodi da riutilizzare per i tuoi progetti futuri.

  • Collaborazione col cliente
  • Ricerca, ispirazione e pianificazione
  • Design
  • Sviluppo
  • Test e lancio

1 – COLLABORAZIONE DEL CLIENTE

Come indicato nell’introduzione dell’articolo, questo punto è di fondamentale importanza per lavorare bene e per raggiungere i risultati nel tempo prestabilito.

Risulta quindi necessario :

  • Stabilire gli obiettivi

Vendere ? Raccogliere contatti? Migliorare la propria immagine sul web? Fornire un servizio?

  • Stabilire il target di riferimento

A chi è indirizzato il sito web? Futuri clienti? Investitori? Aziende?

  • Proposte

C’è già un’idea su come sviluppare il progetto? Ci sono esempi da cui prendere ispirazione?

  • Stabilire i contenuti e le caratteristiche

Che tipo di sito dev’essere? Quali caratteristiche principali deve avere?

Una volta chiariti questi punti e fatta un’idea del progetto, diventa necessario passare alle formalità del caso (consigliato fare un mini-contrattino) :

  • Budget
  • Tempi di realizzazione
  • Definizione precisa dell’obiettivo
  • Condizioni di collaborazione e fornitura del materiale richiesto

Presta attenzione all’ultimo punto. Sembra il meno importante tra i quattro, ma molto spesso è quello che più incide sui tempi per ultimare il progetto e di conseguenza sul budget. La collaborazione tra le parti dev’essere costante e orientata al raggiungimento degli obiettivi.

2 – RICERCA, ISPIRAZIONE E PIANIFICAZIONE

In questo secondo punto, il fulcro del progetto si sposta dal cliente al team di lavoro.

Prima di partire a cento all’ora è doveroso fare il punto della situazione per percorrere la strada migliore verso l’obiettivo.

  • Ricerca

La ricerca di materiale inerente all’attività e al settore di riferimento per il cliente, ti aiuterà a capire meglio le sue esigenze ti farà risparmiare un sacco di tempo per la stesura dei contenuti.

  • Ispirazione

Prendere ispirazione dai più bravi non è un crimine.

La cosa è sempre esistita e continuerà sempre ad esistere. Il mio consiglio è quindi di sfogliare riviste, leggere blog, e navigare tra i social alla ricerca di costante ispirazione.

Poi aggiungici un tocco di personalità e di creatività ( leggi il mio articolo sulla creatività) e preparati a subire le revisioni del cliente 🙂

  • Pianificazione

Questo punto è strettamente legato all’ottimizzazione del tuo lavoro e dei tuoi tempi. Cerca di costruirti uno schema abbastanza preciso da garantirti una via sicura da seguire. Potresti per esempio, scrivere una piccola sitemap del progetto che hai in mente, indicando le pagine principali e le idee associate da presentare al cliente.

3 – DESIGN

La scelta del design per un progetto web, deve rispettare il “carattere“ del brand o della figura professionale che si vuole rappresentare.

Partendo da questa linea guida, è importante decidere alcune cose in particolare :

  • il numero / tipologia di pagine (prodotti? contatti? info di base? galleria? ecc.)
  • i colori del Brand
  • il posizionamento del logo (se presente)
  • la disposizione/presentazione dei contenuti
  • i menù di navigazione
  • lo spazio riservato ai social

Solo una volta capite le reali intenzioni del cliente, si procede con la stesura della bozza grafica.

In questa fase è particolarmente importante la cura dei dettagli, e il confronto costante tra web designer e cliente.

4 – SVILUPPO

Solo una volta firmata e controfirmata la bozza grafica è consigliabile iniziare il lavoro di programmazione codice.

Cominciare a lavorare sul codice ancor prima di aver deciso il design definitivo che dovrà avere il sito web, è la causa più frequente di ritardi, incomprensioni e modifiche alla cifra finale del preventivo.

Il programmatore può anche essere un guru in materia HTML, CSS, PHP, JAVA e chi più ne ha più ne metta, ma la modifica apparentemente semplice a livello grafico, può davvero complicare parecchio le cose a livello di codice, soprattutto in una fase avanzata dei lavori.

Il tempo dedicato a questa fase, deve poter garantire al programmatore di svolgere il suo lavoro in modo puntiglioso e senza sbavature.

Un codice pulito e ben organizzato contribuisce una maggior snellezza al sito in termini di velocità di caricamento e fa risparmiare un sacco di tempo e di risorse nel caso dovessero essere necessarie delle modifiche.

5 – TEST E LANCIO

Una volta terminata la fase di programmazione codice, si procede al test del sito web.

Quali sono le cose principali da testare in un sito ?

  • Velocità di caricamento
  • Verificare che non ci siano link errati o a pagine inesistenti
  • Verificare il corretto funzionamento di eventuali codici Java
  • Correggere errori grammaticali e di sintassi
  • Verificare la compatibilità con tutti i browser
  • Verificare la versione smartphone e tablet

Una volta corretti gli eventuali errori, il progetto può essere consegnato nelle mani del cliente !

Hai suggerimenti? Anche tu segui questi punti per realizzare i tuoi progetti col cliente? Fammelo sapere!

Scarica gratuitamente l’ebook.