Come ottimizzare la strategia web per dominare il mercato locale

Prima di cominciare, credo sia doveroso spiegare a che cosa mi riferisco con questo titolo. Negli ultimi tempi, le ricerche tramite smartphone sono aumentate a livello esponenziale grazie al progresso di app e dispositivi.

Cerchi un ristorante in zona ? Chiedo a Google o a TripAdvisor che mi indica, assieme alle recensioni lasciate dai clienti, la via da percorrere per arrivarci. E questo naturalmente vale per negozi di qualsiasi genere, servizi professionali, locali, eventi ecc.

Non è difficile capire che questi tipo di risultati quindi, sono particolarmente importanti per le piccole attività. Ottimizzare il proprio sito web per migliorare i propri risultati sul mercato locale, significa apparire tra i primi posti nei risultati di ricerca degli utenti.

E apparire tra i primi posti significa avere grande probabilità di essere scelti e di ottenere quindi nuovi introiti da nuovi clienti. Cosa è possibile fare fin da subito per poter migliorare quindi la propria posizione ? Vediamolo subito.

1 – UTILIZZA IL LUOGO DELLA TUA ATTIVITÀ COME PAROLA CHIAVE  NEL TUO TITLE TAG

Il Tilte Tag non è altro che il tag di titolo della pagina. E’ facilmente editabile dal pannello WordPress, soprattutto se hai già installato SEO by Yoast. Non l’hai ancora installato ? Eccoti il link, e non preoccuparti, è gratuito 😉

Te lo consiglio davvero, l’ho inserito anche nella pagina dedicata a tutte le mie risorse web! Che cosa scrivere nel tuo Tiltle tag ? Prima di tutto, fai qualche ricerca inserendo utilizzando i termini che riguardano la tua attività e il luogo dove è situata.

Osserva i primi due o tre risultati che Google ti indica, evitando quelli che risultano come annunci a pagamento. Qui sotto ho fatto un esempio con (fare l’esempio con Ristorate milano e scegliere ristorantecracco come riferimento) Dai un occhio al tag title utilizzati dai siti che appaiono ai primi posti nei risultati di ricerca e cerca imposta il tuo di conseguenza.

Questo non significa copiare, bensì prendere ispirazione da chi ha già ottenuto dei buoni risultati. Il tuo titolo infatti non deve assolutamente essere identico a quello degli altri siti web, ma deve seguire le linee guida che Google definisce importanti. Indica quindi il tuo tag title con questa struttura : Nome della tua attività – Luogo – Prodotto principale o servizio offerto. ( Prendi esempio ristorante Cracco )

2 – LA TUA PAGINA CONTATTI DEVE ESSERE PERFETTA

Troppo spesso le persone che avviano un progetto per migliorare la propria presenza sul web, credono che la pagina più importante in assoluto sia la home page.

Da un certo punto di vista è corretto, perché è la pagina che impatta subito il visitatore, e state ben certi che se il design e i contenuti non sono ben curati, la navigazione attraverso il sito durerà ben poco. E’ giusto ricordare però che non solo la Home deve essere curata nei minimi dettagli, ma tutte le altre pagine ( soprattutto quelle accessibili dal menù principale ) sono da considerare importanti. In questa parte dell’articolo prenderemo in considerazione la pagina Contatti, che diventa di particolare importanza per quanto riguarda il posizionamento per il mercato locale.

Come strutturare quindi la pagina contatti ? La cosa fondamentale è inserire tutte le informazioni in modo ordinato e ben leggibile, e quindi indicare :

  • Indirizzo preciso dell’attività, compreso di via, numero civico e codice postale
  • Contatti telefonici  / fax
  • Contatti email
  • Orari di apertura
  • Canali social attivi ( indica tutti i rifermenti appena citati anche nei tuoi account social )

Queste informazioni risultano indispensabili per fornire tutti i dati ai motori di ricerca per verificare la tua reale presenza ed identità. Apro una piccola parentesi. Per quanto riguarda l’ultimo punto, se non hai ancora degli account social, ti avverto che stai perdendo tempo e terreno rispetto alla concorrenza.

Avere una presenza consolidata sui social è ormai una necessità per tutte le attività. Se non sei ancora convinto, prova a dare un occhio ai brand famosi e prova a notare la loro attività. E’ probabile che rimarrai stupito dalla quantità di post che pubblicano per creare nuove interazioni tra i clienti 🙂 ma questa è un’altra storia, torniamo a noi. Un sito web con una pagina Contatti completa e curata, avrà maggiori speranze di guadagnare posizioni su Google e quindi maggiori probabilità di essere trovata e consultata. Quindi mi basta inserire queste informazioni per arrivare “in cima alla classifica“ di Google ? Stop. Fermati. Magari fosse così tutto semplice.

L’intero sito deve essere curato e completo di informazioni utili. Curare la pagina contatti è certamente un buon inizio. Non prendere paura se i risultati non sono immediati : anche Google ha i suoi tempi per verificare, analizzare e indicizzare tutte le pagine che gli vengono sottoposte.

Ci vuole pazienza, attenzione e cura. Le strategie web più efficaci sono quelle orientate a lungo termine.

3 – CREA DEI CONTENUTI “ LOCALI “

Un altro modo per migliorare il tuo posizionamento sui risultati di ricerca locale, è creare dei contenuti specifici sul luogo o sulla zona dove è posizionata la tua attività. Lo so che starai pensando “oh beh, non ho né tempo né voglia di iniziare a impostare un blog e scrivere articoli, non fa per me. E poi, che cosa scrivo ? “. Allora qui arriviamo ad un bivio.

Vuoi ottenere ottimi risultati ? Devi dedicare tempo al sito web, soprattutto al blog. I risultati non ti interessano e vuoi rimanere nella media ? Bene, ognuno è libero di fare la propria scelta e puoi anche fare a meno di dedicarti al progetto web. Nel caso della prima scelta, mi rendo conto benissimo che scrivere per un blog può essere impegnativo ed il primo ostacolo che si incontra è proprio quello di “cosa scrivere“. Eccoti alcuni spunti da cui partire:

  • Cerca e informati se ci sono feste, eventi o manifestazioni  che riguardano la zona della tua attività e descrivi di cosa si tratta e in quale modo il tuo negozio parteciperà all’evento.
  • Scrivi qualcosa sulla storia della tua azienda. Da come è nata a come si è evoluta e ai progetti che intendi sviluppare. Oltre che migliorare i risultati e a rendere più piacevole la presentazione del tuo sito, raccontare la propria storia contribuisce ad accorciare la distanza tra negozio e clienti, favorendo anche l’inizio di rapporti umani via web.
  • Scrivi in merito al rapporto coi clienti. Intervistali, chiedi una loro opinione quando si presentano in negozio, chiedi loro se sono soddisfatti dei tuoi servizi e utilizza i tuoi account social per raccogliere dati ed informazioni.

4 – ANALIZZA E MIGLIORA I FATTORI SEO

Fino ad ora abbiamo parlato di azioni molto pratiche da attuare per migliorare il tuo posizionamento sui motori di ricerca. A dir la verità, se riesci a seguire ed approfondire adeguatamente i tre punti precedenti, ti assicuro che nel giro di un paio di mesi potresti già vedere i primi risultati positivi.

Volendo guardare l’argomento da un punto di vista più tecnico,  analizzare tutti i fattori che vengono presi in considerazione dall’algoritmo di Google potrebbe suggerirci molte altre soluzioni.

Quali sono i fattori che influiscono su questi risultati di ricerca ?  Come vedremo, i fattori sono molteplici e potrebbero risultare non molto chiari a chi per la prima volta affronta argomenti come questo. Se avessi bisogno di qualche spiegazione in merito, chiedi pure attraverso i commenti o contattami in privatoI fattori sono ordinati in termini di importanza.  I primi incideranno di più sui risultati di ricerca rispetto agli ultimi. Ecco l’elenco presentato secondo gli esperti di Moz.com :

  • Indicazione della città nel tag Title.
  • Autorità del Dominio del sito web.
  • Autorità della pagina di riferimento del sito web.
  • Qualità/Autorità dei link in entrata. ( Cioè i link che puntano al tuo sito).
  • Indicazione dell’indirizzo preciso dell’attività.
  • Qualità/Autorità delle citazioni social.
  • Nome del prodotto o del servizio nelle URL del sito web.
  • Indicazione della città, nei tag h1, h2.
  • Numero e varietà dei link in entrata.
  • Indicazione di Local Keywords negli Anchor Text (i testi che compaiono quando si passa col mouse sopra un link).
  • Indicazione dei prodotti o dei servizi negli Anchor Text (i testi che compaiono quando si passa col mouse sopra un link).
  • Parole chiave con riferimenti alla localizzazione all’interno dell’URL.
  • Quantità di link in entrata.
  • Parole chiave con riferimenti alla localizzazione egli Anchor Text dei link in entrata.
  • Prossimità dell’indirizzo rispetto al punto di ricerca.
  • Qualità/Autorità delle citazioni provenienti dagli articoli dei blog/forum.
  • Pertinenza dei contenuti del sito web.
  • Nome del prodotto/servizio all’interno degli Anchor text dei link in entrata.
  • Quantità di citazioni da altri domini rilevanti.
  • Quantità di citazioni da domini dedicati ad attività della stessa zona.
  • Tempo di caricamento della pagina.
  • Indicazione dell’indirizzo nei tag h1, h2.
  • Quantità di recensioni da parte di terzi.
  • Autorità delle persone che rilasciano recensioni.
  • Numero e autorità delle condivisioni su Google +.
  • Rilevanza della pagina Business di Google +.

Per completezza, ti indico anche i fattori che potrebbero incidere negativamente sul posizionamento del tuo sito sui motori di ricerca. Ti consiglio quindi di salvarti questi appunti da qualche parte per ricontrollare di tanto in tanto se stai facendo le mosse giuste per migliorare la presenza online della tua attività.

Anche questi fattori che ti elencherò son in ordine di importanza. Dal più grave al meno grave. eccoli :

  • Indicazione falsa o errata del luogo dell’attività.
  • Indicazione falsa o errata della categoria dell’attività.
  • Mancata indicazione delle informazioni di ubicazione.
  • Mancata indicazione delle informazioni di contatto.
  • Presenza di malware all’interno del sito.
  • Imbottitura eccessiva di keywords nel tag title.
  • Rapporti di violazione della pagina Business di Google +.
  • Presenza di molteplici pagine Business di Google + che indicano le stesse informazioni.
  • Posizione inesatta del marker di Google Maps nella sezione Contatti.
  • Indicazione di un numero eccessivo di numeri di contatto nella pagina Business di Google +.
  • Imbottitura eccessiva di keywords all’interno della pagina Business di Google +.
  • Includere keywords riguardanti l’ubicazione come categorie.
  • Presenza di più categorie all’interno di un solo campo dedicato.
  • Mancata indicazione della categoria dell’attività.
  • Cattive recensioni da parte degli utenti.
  • Informazioni errate o mancanti all’interno del pannello WHOIS.

Come avrai notato, Google ha cominciato a favorire tutti gli utenti che utilizzano il suo social network Google+. Per un’attività che vuole migliorare la propria presenza sul web, è diventato ormai fondamentale iscriversi su questo social per superare la concorrenza.

La maggior parte delle attività non ha ancora ben compreso che conoscere e usare bene i social è un’attività che assumerà sempre più valore. Al momento, soprattutto per quanto riguarda l’Italia, la maggior parte delle piccole attività si concentra solo su Facebook (e anche in modo abbastanza approssimativo), considerando solo una piccola fetta del panorama immenso dei social network e delle relazioni via web associate.

Tu che stai facendo ? Stai prendendo in considerazione l’opportunità di migliorare la tua presenza online per aumentare i profitti ?

Scarica gratuitamente l’ebook.